Cookie consent

AstroBin saves small pieces of text information (cookies) on your device in order to deliver better content and for statistical purposes. You can disable the usage of cookies by changing the settings of your browser. By browsing AstroBin without changing the browser settings, you grant us permission to store that information on your device.

I agree
Contains:  Sombrero galaxy, M 104, NGC 4594
Getting plate-solving status, please wait...
M 104, 





    
        

            Alberto Tomatis
M 104

M 104

Technical card

Imaging telescope or lens:RC 16''

Imaging camera:FLI-PL6303E

Mount:Astrophisyc GTO 1600

Guiding telescope or lens:Vixen 101 f/10 Vixen

Guiding camera:ASI 174 MM cooled ZWO

Software:photoshopPixInsightMaxim DL

Filter:Luminance

Accessory:FLI PDF Focuser

Resolution: 1388x968

Dates:April 22, 2017

Frames: 11x900"

Integration: 2.8 hours

Avg. Moon age: 25.14 days

Avg. Moon phase: 20.31%

Astrometry.net job: 1550567

RA center: 189.990 degrees

DEC center: -11.626 degrees

Pixel scale: 1.125 arcsec/pixel

Orientation: 178.747 degrees

Field radius: 0.264 degrees

Locations: Alto-Observatory - Canino (VT), Canino (VT), Lazio, Italy

Description

Questa galassia si trova nella costellazione della Vergine, ma la sua distanza è stimata sui circa 29 milioni di anni luce da noi,
ed è quindi più vicina dell'Ammasso della Vergine, del quale non è considerata un membro. Ha una magnitudine apparente di 8
(integrata sull'intera superficie). È invisibile ad occhio nudo ma visibile già con piccoli telescopi.
Ha un diametro apparente pari a circa un quinto della Luna piena, ma occorrono grandi telescopi oppure fotografie a lunga posta per
vedere le parti più deboli.

Il diametro di M104 è stimato in modo differente da vari astronomi: da 50.000 a 140.000 anni luce. Secondo il sito del telescopio
spaziale Hubble, il diametro di M104 è di 50.000 anni luce e la sua massa è pari a 800 miliardi di masse solari. Ha un nucleo
grande e luminoso, un bulge centrale stranamente grande, e una prominente banda di polveri attorno al disco. Poiché si mostra di taglio,
l'aspetto complessivo è simile ad un sombrero messicano, da cui prende il nome.

Questa galassia ha anche un sistema di ammassi globulari ben popolato, con almeno alcune centinaia di membri visibili ai grandi telescopi,
e una popolazione totale stimata di almeno 2000 oggetti, molti di più di quelli della Via Lattea. Foto recenti hanno mostrato che M104
ha un alone galattico molto esteso.
Negli anni novanta è stato dimostrato che nel centro della galassia è presente un buco nero supermassiccio. Utilizzando i dati spettroscopici
ottenuti sia dal CFHT che dal telescopio spaziale Hubble è stato mostrato che la velocità di rotazione delle stelle interne al centro della galassia
non potrebbe mantenersi se nel centro non fosse presente una massa pari a un miliardo di masse solari.

L'anello di polveri
La struttura maggiormente evidente della Galassia Sombrero è la grande banda oscura formata da polveri del mezzo interstellare che transitano
di fronte alla regione centrale; questa banda oscura è in realtà un anello simmetrico che circonda il nucleo della galassia. Gran parte del
gas idrogeno atomico freddo presente nella galassia e della polvere si estende attorno all'anello, il quale inoltre conterrebbe in
generale la gran parte del gas molecolare freddo della galassia; secondo alcuni questa sarebbe soltanto un'ipotesi o una speculazione
basata sulle osservazioni a bassa risoluzione e con rilevamenti deboli.Sono infatti necessarie ulteriori osservazioni per confermare
che il gas molecolare di questa galassia sia contenuto principalmente nell'anello; basandosi sulla spettroscopia infrarossa si è comunque
confermato che quest'anello di polveri è la sede principale dei fenomeni di formazione stellare che avvengono all'interno di M104.

Ammassi globulari
Nell'Immagine NASA della Galassia Sombrero; è ben evidente l'anello di polveri e l'alone esterno, il quale è molto ricco di ammassi globulari.
La Galassia Sombrero possiede un numero relativamente grande di ammassi globulari, se comparato con altre galassie con un grande bulge;
questo fatto è stato ripetutamente citato per dimostrare che il numero di ammassi globulari nelle galassie sarebbe legato all'estensione
dello stesso bulge galattico. La densità superficiale degli ammassi globulari in genere segue il profilo luminoso del bulge ad eccezione
delle regioni più vicine al centro galattico.

Comments

Author

Alto-Observatory
Alberto Tomatis
License: None (All rights reserved)
2731
Like

Sky plot

Sky plot

Histogram

M 104, 





    
        

            Alberto Tomatis